Pubblicità in fiera con Usb Key in cartone che manda alla landing page

usb in cartone per pubblicità in fiera e landing page

Per Teledata abbiamo realizzato una landing page per un prodotto innovativo; il cliente è presente in una prestigiosa fiera internazionale e consegna ai visitatori un accattivante cartoncino che presenta il prodotto e che ingloba una chiave usb in cartone staccabile che inserita nel pc manda direttamente alla landing page del prodotto dove è possibile conoscere tutte le caratteristiche, vedere immagini, video e contattare l’azienda.

Inutile dire che questo può essere d’ispirazione per chiunque voglia catturare l’attenzione di nuovi potenziali clienti.
Ideale per Fiere, come strumento di supporto alla vendita moderno e tecnologico.
Un altra cosa molto importante è la possibilità di tenere aggiornata la pagina web e poter utilizzare la Key e il cartoncino promozionale anche su tempi lunghi senza che le informazioni diventino obsolete.

Creare un portale per caricare e condividere tracce e percorsi GPS

siti e portali con percorsi gps
La condivisione di percorsi e tracce Gps su internet apre innumerevoli opportunità per tutte le attività che fanno del territorio, dello sport e dell’Outdoor il loro punto di forza.
Ci occupiamo di creare siti e portali con le seguenti caratterstiche:

  • tracce Gps caricabili in modo facile nel formato GPX
  • creazione automatica del profilo altimetrico
  • file Gps scaricabili agli utenti iscritti al portale e non
  • possibilità di consentire agli iscritti di caricare le loro tracce gps
  • creazione automatica della mappa con descrizione, difficoltà, immagini
  • possibilità di commentare e condividere le schede sui social network
creazione-siti-percorsi-gps

E’ possibile vedere una dimostrazione di un portale di condivisione tracce e percorsi Gps con Mappe Google Map su Mountainbikeitalia.it
E’ possibile associare al portale anche altre caratteristiche come un ecommerce per la vendita di prodotti o servizi, un forum o un blog per le news.
Il costo di un portale di questo tipo dipende dalle funzioni che si vogliono implementare e dalle caratteristiche generali del sito.
Contattaci per un preventivo gratuito.

google golden area

Siti web e motori di ricerca – La Google Golden Area

Inserire un sito in Google, e apparire nella prima pagina, è diventata oggi una priorità assoluta per avere successo in un’attività basata su Internet, per riuscire in questo occorre conoscere le tecniche di Seo,  ho anche scritto un ebook che ha avuto molto successo su come aumentare le visite del tuo sito web.
Oggi giorno l’attenzione nella realizzazione di siti web si sposta decisamente verso la compatibilità con i motori di ricerca, più internet si evolve più questo diventerà una assoluta necessità e priorità, ma direi che lo è già. Detto in breve, non ha senso realizzare siti web esteticamente belli, elaborati, d’impatto se poi gli utenti che cercano in Google l’argomento per cui ci proponiamo non ci trovano (vedi l’esempio della biblioteca per capire come funziona Google e i motori di ricerca) Molti sono convinti che sia sufficiente segnalare il sito in Google per poi ritrovarsi con molte visite, ma inserire il sito in Google non è abbastanza. Esiste una “scienza” chiamata SEO (search engine optimization e cioè ottimizzazione per i motori di ricerca) che si occupa di questo argomento e che richiede conoscenze approfondite e specializzazione. Le statistiche dimostrano come sia necessario apparire nella così detta “Golden Area” per avere successo in internet, la Golden area sono i primi 3 o quattro posti nella prima pagina di Google. Sono veramente pochi i navigatori che leggono e cercano al di fuori di questa area, raramente vanno alla seconda, terza pagina, preferiscono rifare la ricerca cambiando le parole chiave. Una miriade di aziende che tentano di affacciarsi al mondo internet abbandonano questa strada dopo breve tempo non avendo nessun riscontro, perchè il loro sito non viene visitato, è completamente inesistente. Pensano che avere un bel sito sia tutto e non si capacitano del perchè gli utenti non acquistano i loro servizi.

La “Golden Area”

una ricerca mostra dove si focalizzano gli sguardi dei navigatori durante le ricerche in Google, la parte rossa è quella dove gli sguardi dei navigatori si posano.

come inserire un sito in Google

Piano marketing per hotel e aziende turistiche

Il seguente documento riporta in modo il più possibile schematico le azioni di Web Marketing attuabili.

E’ importante fare alcune considerazioni in virtù di quanto sia articolato, vario e complesso il panorama Internet in cui si opera, è utile quindi comprendere che:

  1. Vengono attuate strategie che danno risultati sia nel breve che nel lungo termine.
    Esempio: una campagna a pagamento o un Mailing danno risultati immediati, l’ottimizzazione per i motori di ricerca da risultati nel medio lungo termine.
  2. Alcune azioni, indipendentemente dal lavoro svolto dallo specialista, comportano investimenti aggiuntivi.
    Esempio: l’ottimizzazione Html di un sito, la realizzazione di una Landing Page o la gestione di un profilo Social sono servizi che non hanno costi fissi ma partono dal lavoro del consulente, una campagna Adwords prevede invece oltre che la creazione di annunci, ricerca keyword e setup anche un badget da investire per la campagna stessa.
  3. Ci sono azioni da svolgere con costanza e azioni che si svolgono fondamentalmente una sola volta.
    Esempio: l’aggiornamento dei contenuti di un Blog e il monitoraggio/ottimizzazione delle campagne sono lavori che si svolgono costantemente, l’installazione di strumenti di Analisi, il setup di campagne Adwords si svolgono una sola volta.

Fase 1 Analisi situazione attuale.

Nella fase di analisi della situazione attuale il cliente, o noi per lui , risponde a queste domande.

  1. La struttura Html del tuo attuale sito è ottimizzata per i motori di ricerca?
  2. Hai attivato tutte le funzioni standard degli strumenti per Webmaster come pubblicazione sitemap XML, iscrizione ai motori, verifica del sito su Google,  verifica errori di scansione e pagine 404?
  3. Sei già inserito in google Places? Se si, hai curato e curi costantemente la pagina con informazioni, immagini e caratteristiche?
  4. Il tuo sito è strutturato in modo da consentire a te o a un tuo collaboratore di creare o modificare articoli, inserire immagini in libertà e facilmente?
  5. Il tuo sito è chiaro e facile da navigare?Hai provato mai a chiedere ad un tuo amico di fare una prenotazione o di cercare un informazione e lo hai osservato?
  6. Scrivi costantemente e aggiorni il tuo sito?
  7. Hai già delle pagine a tematiche, ottimizzate con parole chiave, in base ai servizi (Landing Page)?
  8. Hai fatto o stai facendo PPC (Adwords, Facebook ads, ecc) ?
  9. Hai già installato uno strumento di analisi  come Google analytics su tutte le pagine del tuo sito?
  10. I tuoi potenziali clienti che lingua parlano in percentuale?
  11. Il tuo sito e le tue strategie in quante lingue sono?
  12. Fai email marketing?
  13. Hai un motore di Booking online? Se si è funzionale e bello da compilare o rappresenta un muro/resistenza?
    (è dimostrato che il navigatore quando non riesce a fare una cosa semplicemente non la fa! Molti siti sembrano fatti apposta per cacciare i navigatori!)
  14. Hai una lista di indirizzi email dei tuoi clienti o di potenziali clienti?
  15. Hai degli strumenti online per catturare indirizzi email dei navigatori, clienti e potenziali clienti?
  16. Hai un foglio in Hotel, dove chiedi hai tuoi clienti un indirizzo email, l’autorizzazione ad essere contattati e un piccolo questionario su cosa non è piaciuto?
    (I complimenti fanno piacere ma non servono, per migliorare bisogna partire dai problemi)
  17. Conosci i punti di forza che differenziano la tua struttura dalle altre?
  18. Conosci i temi sociabili della tua attività?
    (I temi sociabili sono quelle attività che si svolgono intorno alla tua struttura che creano motivo di aggregazione, che sono commentabili, che generano discussioni, confronto, opinioni)
  19. Sei già iscritto a Tripadvisor, Booking.com, Venere,  Expedia, ecc?
  20. Hai già un profilo Facebook e Twitter?
  21. Conosci le carattersitiche del tuo cliente invernale?
  22. Conosci le carattersitiche del tuo cliente estivo?
  23. Quali sono le attività che i tuoi clienti possono fare quando sono ospiti nella tua struttura dividendole tra “all’interno della tua struttura” e in generale “nella tua località tusitica”.
    (Es. Yoga e Wellness all’interno dell’Hotel, Sci, Mountain Bike e Shopping nella località turistica)
  24. Hai dei una rete di partner che si rivolgono a te se i loro clienti hanno bisogno di alloggi?
    (Es. la scuola di Sci, la discoteca, il corso di Freeride, la scuola di Vela)
  25. Il tuo Hotel offre dei servizi specifici per determinate attività?
    (Es. è un Bike Hotel con officina e lavaggio bici, è un Wellness Hotel con corsi di Yoga e Fitness)
  26. Chiedi hai tuoi clienti di lasciare recensioni su Tripadvisor, Google Places e sul tuo sito web?
  27. Il tuo Brend è conosciuto? Conosci e segui la sua reputazione online?

Fase 2 – Scelta delle strategie in base alle priorità.

In base a quanto emerge dall’analisi vista sopra è venuto il momento di decidere da dove cominciare il lavoro in base ad una piramide di priorità che si basa sul fatto che alcune cose non possono essere fatte se prima non ne sono state sistemate/realizzate altre.
Un esempio può essere quello delle campagne Adwords o dell’email marketing che non può essere fatto (a meno di non voler gettare il denaro inutilmente) se prima non si dispone di ottime Landing page e quindi di un sito web curato, chiaro e fruibile.

Immaginando di aver individuato le priorità, le lacune e i punti di forza iniziamo il lavoro su un binario doppio di azioni a breve termine e azioni a lungo raggio.

Azioni che danno risultati nel breve termine

Adwords PPC – Startup

  1. Analisi competitor
  2. Setup account
  3. Setup degli strumenti di analisi (tracking code)

Creazione Campagne e gruppi annunci

  1. Ricerca parole chiave
  2. studio del pacchetto iniziale di parole chiave
  3. creazione gruppi annunci
  4. strategie di geo targeting (profilatura campagne per aree geografiche)
  5. Gestione del badget
  6. consulenza landing page

Monitoraggio e statistiche AD

  1. Installazione codice Google Analitycs
  2. statistiche traffico
  3. statistiche conversioni

Local Advertising

  1. Creazione/ottimizzazione scheda Google Places
  2. Hotspot/Foursquare

Email Marketing / DEM

  1. Creazione Landing page tematiche
  2. Invio newsletter profilata
  3. Analisi risultati

Social Media

  1. Campagna Facebook Ads
  2. Twitter
  3. Pubblicazione Best page/Best images Stumbleupon

Media video e foto

  1. Creazione mini video spot per presentare struttura, servizi, cucina, personale
  2. Fotografie per diffusione su Social, Stumble, Places…

Azioni che danno risultati nel lungo termine

Ottimizzazione

  1. Analisi struttura attuale sito
  2. Analisi competitor
  3. Verifica qualità/densità Keywords
  4. Verifica posizionamento attuale
  1. Ottimizzazione struttura HTML
  2. Ottimizzazione Meta Tag
  3. Ottimizzazione Immagini
  4. Creazione Meta tag e ottimizzazione
  5. Creazione site map HTML
  6. Creazione e pubblicazione Google XML site map
  7. Implementazione Google Analytics e monitoraggio
  8. Creazione Robot.txt
  9. Generazione Rss Feed
  10. Creazione e gestione profilo Google Places
    Azioni ricorrenti mensilmente
  1. Invio manuale alle directory tematiche
  2. invio manuale local directory
  3. Post su forum/blog tematici
  4. Creazione costante contenuti

Blogging e Social Media

  1. Creazione Blog e gestione posting
  2. Creazione e gestione profilo Facebook
  3. Video promotion (video forniti dal cliente)
  4. Creazione video spot per il web

Report

  1. Report su Ranking motori di ricerca
  2. Report mensile dettagliato dei lavori svolti
  3. Report sul traffico
  4. Supporto cliente via email

Posizionamento nei motori di ricerca

posizionarsi su google

Il posizionamento nei motori di ricerca è diventato negli ultimi anni un esigenza prioritaria per le aziende che investono in internet e che da Internet intendono trovare nuovi clienti.
Le statistiche parlano chiaro, una piccolissima percentuale di navigatori che effettuano una ricerca su un motore di ricerca sfoglia i risultati nelle pagine successive, quasi tutti si fermano ai risultati della prima pagina e non solo, sono solo le prime righe ad essere scansionate.
I navigatori che non trovano una risposta alla loro ricerca nelle prime righe della prima pagina preferiscono effettuare una nuova ricerca piuttosto che sfogliare le pagine successive.
Questo significa che nella miriadi di pagine che Google resitutisce a fronte di una ricerca, solo i siti che appaiono nella prima pagina godono di un grande flusso di visite.

Più le parole chiave su cui vogliamo puntare sono generiche più il posizionamento nei motori di ricerca diventa complicato e difficile ecco perchè per avere successo è necessario creare contenuti specifici e mirati.

Oggi giorno, come dicevamo, il posizionamento sui motori è diventato prerogativa di esperti e specialisti sopratutto nelle aree in cui c’è maggiore concorrenza, è impossibile riassumere in poche righe tutto quello che intendiamo come Web Marketing mirato al posizionamento sui motori. Puoi leggere l’articolo Google e i motori di ricerca in 22 frasi

Info e consulenza sul posizionamento nei motori

Come fare una Landing Page per aumentare le prenotazioni

Via Bookingblog

Si parla spesso dell’importanza di promuovere il sito dell’hotel con varie azioni di Web marketing, come SEO, campagne Adwords o e-mail marketing. Spesso però ci si concentra enormemente sul messaggio da dare, sull’attività in sé e per sé, ma non ci si preoccupa del “dopo-click”.

Ovvero: che cosa accade quando l’utente ha cliccato il nostro bel banner o il nostro accattivante annuncio, o quando ha aperto l’e-mail che con tanta passione abbiamo cesellato per lanciare le offerte di Pasqua?

La Landing Page, sarebbe a dire la pagina dove atterra l’utente dopo aver cliccato, ha un’enorme importanza:

  • Se il linguaggio è utilizzato correttamente e la call-to-action è chiara e persuasiva, può immediatamente produrre conversioni, dal momento che il suo traffico – proveniente da un click volontario su un vostro messaggio promozionale – è senz’altro qualificato
  • Una landing che si carica velocemente e che contiene parole chiavi rilevanti è fondamentale per ottenere un buon “quality score” nel caso di una campagna PPC su Google

La landing page è l’anello di congiunzione tra il vostro potenziale cliente e la prenotazione: avete un’unica chance da giocare, dunque non sprecatela. Se perdete l’occasione, il cliente potrebbe andarsene e non tornare mai più. Una buona campagna marketing senza una landing page strutturata, sarebbe un vero spreco:

  1. Se state promuovendo un’offerta in particolare, non utilizzate come landing della campagna una pagina qualunque del sito, (ad es la homepage): l’utente si aspetta di trovarsi subito di fronte quello che gli è stato promesso, non ha tempo né voglia di cercare all’interno del sito. Se state sponsorizzando il pacchetto Benessere ad esempio, fatelo atterrare sulla pagina dedicata.
  2. Ricordate di controllare più e più volte che il link che manda alla vostra pagina sia quello giusto: potevo sorvolare su questo punto che mi pare scontato, ma avete idea di quanto sia frustrante essere indirizzati ad una pagina che recita “Errore 404”?! Lo stesso vale per la call-to action alla fine del copy.
  3. Mantenete perfetta coerenza tra quello che avete sponsorizzato e la pagina: stesso titolo, stessi colori, magari stesso incipit del vostro messaggio promozionale. Dovete rassicurare l’utente sul fatto che si trova davvero nel posto giusto per compiere l’azione desiderata.
  4. Scegliete per la promozione un titolo accattivante e, se si tratta di una campagna PPC, in linea con l’annuncio che ha condotto l’utente da voi. Se l’annuncio parla di Week End a Roma e non avete un’offerta per chi sta cercando quel determinato prodotto, meglio orientarsi su qualcosa di diverso.
  5. Mantenete una bella grafica ed un font chiaro, tutto deve essere integrato nel sito e senza dettagli che facciano sembrare la pagina sciatta. L’header e le immagini devono essere curate nel dettaglio. Questo farà sentire l’utente rassicurato e vi farà sembrare ai suoi occhi sempre professionali.
  6. Scrivete un testo non troppo lungo per non demotivare l’utente, con punti elenco o elenchi numerati, grassetti e piccoli paragrafi (niente sottolineati che non siano link), in modo da facilitare al massimo la lettura.
  7. Integrate il testo con una recensione positiva, tratta dal vostro guest book o da un sito di recensioni turistiche, questo trasmetterà fiducia e sicurezza.
  8. Non mettete link all’interno del testo, nemmeno ad altre pagine del vostro sito, in modo da non distogliere l’attenzione dell’utente. L’Azione da compiere deve essere una e una sola: la call-to-action finale.
  9. Inserite una Call-to-action ben chiara alla fine del discorso, magari con un bottone colorato e ben visibile. Meglio che sia una sola e non più di una. L’utente si trova sulla pagina solo al fine di prenotare un soggiorno.(vedi “Come guadagnare prenotazioni con le giuste call-to-action“)
  10. Aggiungete alla fine della pagina ben visibili tutti i numeri e le indicazioni per chiedere informazioni o comunicare (anche su skype o via chat se disponibili): ricordate che il momento di prenotare è quello in cui sorgono più dubbi e domande e voi dovete essere pronti a prevenire qualsiasi incertezza che ostacoli l’acquisto.

Via Bookingblog

Facebook per le aziende: profilo personale o pagina Fan ?

Molte aziende sono presenti in Facebook con profili personali, il profilo personale permette di fare delle cose che una pagina Fan non consente tuttavia è vivamente sconsigliato attivare profili personali per Brend aziendali.
Alcune particolarità spiegano il perchè sia importante usare i profili in modo corretto, un profilo personale:

  1. non può avere più di 5000 iscritti ed è capitato che Facebook bloccasse account personali anche solo al raggiungimento di 1000 amici.
  2. non si indicizza
  3. non ha analisi e statistiche (insight)
  4. non ha gli strumenti di marketing messi a disposizione da Facebook (FBML, Tabs ecc)
  5. non sappiamo per il futuro quali altri inibizioni avrà

Google e i brand aziendali su Facebook

La cosa più importante tuttavia non è nessuna di quelle sopra menzionate.
Secondo le analisi dei Guru (questo articolo lo scrivo oggi marzo 2011) Google prenderà in seria considerazione i Brand presenti in modo importante su Facebook per dare ranking alle relative pagine ufficiali, per farlo scandaglierà i profili aziendali, analizzando la presenza corretta di contatti, geolocalizzazione, indirizzi e numeri di telefono.
Diamo per scontato che i profili personali non saranno considerati dal motore un pò come se avessimo una pagina web che non rispetta alcuni parametri W3C o Html.

Il tempo in cui si usavano artefizi per catturare contatti in Internet è finito da un bel pezzo, quindi se ci viene dato uno strumento per le Aziende  e uno per le persone usiamoli correttamente, non saremo certo noi a trovare trucchi o vie facili nei confronti dei colossi di Internet.

Questo è solo un consiglio !

  • 1
  • 3
  • 4

Co-Working Login

Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI) - Italy
  • [+39] 02.871.65.381
  • info@gdmtech.it
  • PI 00865500144
  • CF DMEGZN73A10F205M
  • Cod. Univ. SZLUBAI

Philosofy

I nostri clienti sono aziende e professionisti che vogliono sfruttare Internet per trovare nuovi clienti, aumentare i loro contatti, vendere i loro servizi e prodotti. Oltre alle normali attività di Web Design siamo esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca e Digital Marketing. Ci occupiamo di corsi di web marketing in azienda, sviluppo di e-commerce con Opencart e Prestashop e Woocommerce, siti web in Wordpress e Joomla, migrazioni.
Gdmtech - Web&Seo Agency Milano