aumentare le visite di un sito web

Fatti investire dal traffico, ma da quello web

Come posso aumentare le visite del mio sito web? E’ la domanda che più spesso mi viene rivolta. Tutti vogliono aumentare il traffico web con i potenziali clienti e quindi aumentare le vendite dei prodotti e servizi

Ovviamente non posso non proporvi di leggere il mio Ebook che spiega nel dettaglio 23 cose da fare tutti i giorni per aumentare le visite di un sito web.
La diffusione di siti di Ecommerce ha incrementato ulteriormente l’esigenza di posizionarsi ai primi posti nei motori di ricerca.
C’è molta confusione lato utente su cosa bisogna fare per aumentare le visite di un sito e su chi è la figura professionale adatta a farlo.
Le visite possono essere aumentate pagando servizi payperclick come Google adWords, Facebook Ad e altri oppure lavorando sull’ottimizzazione del sito e sul posizionamento o sui Social network.
Queste sono le due macro aree in ognuno dei casi dovrò comunque rivolgermi a un consulente, un esperto di Web Marketing che può anche essere un Web Designer ma attenzione perchè spesso non è detto che un Web Master sia anche un esperto di SEO e posizionamento.

Vi giuro che potrei andare avanti molto a scrivere in merito alle domande che mi vengono poste, e tutti vogliono la stessa cosa…

Voglio aumentare le visite del mio sito Web,  aiutatemiiii !!!!!

Ogni realtà commerciale o servizio ha una sua storia a parte, vi invito a studiare e leggere in internet quanto più possibile sul posizionamento, l’ottimizzazione e il web marketing in generale perché può davvero dare grandi frutti.
Se non avete tempo e volete raggiungere il vostro obbiettivo fatevi aiutare da un esperto, a tale scopo vi invito a contattarmi per un preventivo o per conoscere quale strategia è possibile attuare per dare visibilità al vostro Sito Web.

Vi invito a leggere i miei articoli

seo web agency

Vorrei migliorare la mia attività in internet – Mail ad un cliente

Quando arrivano email di richiesta nella nostra Web Agency non sempre rispondo in maniera così articolata, tuttavia a volte si è più calmi e ispirati e si investe un pò di tempo in più anche nel rispondere ad un cliente che ti chiede una strategia per migliorare la sua attività su internet. Ho quindi deciso di riportare questa email “tipica” e farne un articolo visto che io stesso insegno che il copy writing è la migliore strategia per posizionarsi sui motori di ricerca.

Mail ad un cliente

Carissimo Francesco ho capito a pieno la tua esigenza, o per lo meno mi sembra di aver capito 🙂
Dunque, ti espongo la mia idea che proviene da una discreta esperienza di collaborazione con aziende turistiche e non in questi ultimi 5 anni.

Oggi sono tutti a caccia di visibilità, la prima pagina di Google, in settori dove la concorrenza è alta, è diventata un campo di battaglia dove grandi operatori si fanno la guerra a suon di costose campagne Adwords e strategie di posizionamento organico.
I social sono ingolfati di pagine fun, ogni albergo, B&B, operatore turistico ha la sua pagina fan che cerca di far crescere.

Alla luce di tutto questo espongo 2 punti cardine:

  1. non esistono trucchi, o si hanno grandi budget da investire in pubblicità (un click di adwords nel turismo arriva a costare più di 2 euro) oppure si lavora con costanza, perseveranza e passione.
  2. occorre lavorare sulle nicchie, se un cliente mi dicesse voglio essere primo in prima pagina per la ricerca “Hotel Riccione” gli direi che anche se mi da 100.000 euro non riuscirei a farlo arrivare primo in modo organico. Tuttavia potrà essere primo se lavorerà su keyword di nicchia come “Hotel a Riccione con escursioni a cavallo” e cose di questo tipo.

Detto questo occorre avviare una strategia dove tutti gli elementi e gli attori siano coerenti tra loro e ben bilanciati:

  1. un sito web ben fatto, mobile friendly, curato e ricco di immagini
  2. un area blog dove poter fare copy writing costante (scrittura di articoli) che è una delle migliori strategie per indicizzarsi nei motori.
  3. agire in modo costante e corretto sui social media
  4. investire un budget anche sul payperclick, adwords e facebook ad
  5. lavorare sul local advertising (scheda mybusiness>googlemap>Google+)
  6. affiliarsi e instaurare rapporti con club di prodotto coerenti con il nostro business, bike hotels, portali sportivi, associazioni e società.
  7. lavorare con i booking engine, tripadvisor, booking.
  8. fare lead generation, cioè racimolare costantemente i contatti dei clienti e potenziali clienti per proporre reviews su Maps e sui booking engine

Ti allego un immagine che ti fa ben capre quante strategie si posso attuare.

webmarketing milano Gdmtech web agency

Non posso farti un piano specifico perchè sarebbe irrealistico perchè le strategie che funzionano di più sono quelle basate sull’analisi costante dei risultati e sullo spostarsi velocemente su quello che sta meglio fruttando.

In breve posso dire che:

  1. occorre partire da un sito web che abbia tutte le caratteristiche richieste a supportare le strategie che seguono.
  2. fare una ottimizzazione per i motori di ricerca ben fatta
  3. fare il setup di tutti gli elementi esterni (social, maps, mybusiness, google+, search console)
  4. partire con un piano editoriale di copy writing
  5. iniziare a scrivere e condividere con costanza

Questa è la prima fase, tutto il resto va messo dopo e non ha senso a livello di priorità metterlo davanti.
Sarebbe come perdere tempo a modificare l’areodinamica di una macchina quando si hanno ancora le ruote sgonfie.

I primi 3 punti li svolge il web master, il 4 e 5 li dovete svolgere voi dopo aver fatto un mini corso per imparare quanto segue:

  • cosa scrivere
  • come scrivere in modalità seo
  • quanto scrivere
  • cosa fare dopo aver scritto un articolo
  1. Un sito in wordpress in 4 lingue ita/eng/ger/fr costa euro xxxx (nessuno ti vieta di iniziare con un sito monolingua)
  2. l’ottimizzazione per ogni lingua costa xxx/cad (nessuno ti vieta di iniziare con l’ottimizzazione di una sola lingua)
  3. il setup degli elementi esterni (punto 3) costa xxx
  4. il corso di 2/3 ore costa xx euro/ora se presso la nostra sede.

Ora ti lascio alle tue riflessioni

Se hai domande o dubbi scrivimi

Grazie
Graziano

Sito per vacanze e viaggi

siti per vacanze e viaggi

Un eccitante template WordPress per un sito di viaggi, Tours, vacanze e avventure.
Versatile, emozionante e pulito, lo proviamo e vi facciamo sapere 🙂
In questi anni abbiamo sviluppato molti siti per agenzie di viaggi e progetti relativi a avventure e itinerari nel mondo, dai un’occhiata al nostro portfolio.
Se sei interessato ad un sito per proporre pacchetti vacanza e viaggi contattaci.

copy-writing-seo

Copy writing – Delegare la scrittura degli articoli ai clienti, giusto o sbagliato?

Innanzi tutto se non lo avete già fatto vi invito a leggere il mio articolo dedicato al Copy writing per aumentare le visite di un sito web. Detto questo Il copy writing è indubbiamente la tecnica migliore per posizionare un sito ai primi posti dei motori di ricerca. Il copy writing consiste nella scrittura di contenuti unici relativi ad argomenti correlati al proprio business i quali andranno a posizionarsi nei motori di ricerca per specifiche parole chiave. Ad esempio un Hotel di una località alpina scriverà articoli dedicati alle attività sportive che interessano il suo territorio.
Questi articoli intercettano delle ricerche degli utenti i quali arriveranno sul sito dell’hotel alla ricerca di informazioni che gli interessano.

Fino ad ora ho sempre creato siti web, fatto il seo base e proposto ai clienti di portare avanti questa attività di scrittura in maniera autonoma.
Ho scelto questa strategia perchè permette al cliente di spendere di meno e fare una parte di lavoro di seo in prima persona.

Cosa non funziona quando il cliente fa’ copy writing?

Dietro ad un’attività di copy writing non c’è solo una mera scrittura di articoli, gli articoli vanno scritti in modalità seo, ottimizzati con i meta tag, correlati tra loro e sopratutto, vista la difficoltà dell’attività di scrittura, la scelta di “cosa scrivere” deve ricadere su keyword ben precise che vanno scelte sulla base di ricerche precise.

Spesso analizzando il lavoro svolto dai clienti mi rendo conto di quanto questo lavoro poteva essere svolto meglio e di come abbia portato a risultati miseri rispetto al potenziale.
Questa riflessione mi porta a pensare che oggigiorno, vista l’importanza del ruolo del copywriting, sarebbe meglio seguire in prima persona questa delicata attività oppure, se si sceglie di farla seguire al cliente, di farlo a fronte di un corso approfondito che metta nelle condizioni chi scrive di sfruttare al 100% le potenzialità del copy writing per posizionare un sito nei motori di ricerca.
Fare copy writing con un CMS come Joomla o WordPress da l’illusione di rendere facile questo lavoro ma è solo un’illusione.

Conclusioni

In conclusione con questo articolo voglio sottolineare l’importanza di questa attività nell’ottica di un buon posizionamento sui motori di un sito web e sulle strategie da seguire per portarla avanti:

  • In autonomia, se il cliente è formato e sa cosa fare della scelta dei titoli alla scrittura in modalità seo
  • Delegare questa attività alla web agency a fronmte di una spesa che comunque darà i suoi risultati.

 

hotel booking dipendenza

Hotel e dipendenza dai portali di Booking

Ho trovato molto interessante questo articolo apparso su Bookingblog.com su come diminuire la dipendenza dai portali di Booking.
Le problematiche principali sono 2

  • Appaiono prima le schede Hotel sui portali di Booking come Expedia, Tripadvisor, Venere … che non i siti ufficiali degli Hotel anche facendo ricerche specifiche.
  • Spesso l’Hotel ha delle disponibilità o delle offerte che non appaiono sul Booking Engine e questo non va a favore del cliente finale.

Ma vediamo alcuni interessanti commenti di Albergatori, provenienti dal suddetto articolo, che ci fanno capire alcune problematiche:

Commento 1:
Villa XXX – Che rabbia quando ci si scambiano un sacco di e-mail con potenziali clienti e questi poi che fanno … prenotano tramite un portale
Filippo XXX – Questo succede spesso anche a noi, fa parte del gioco
Villa XXX- … adesso ci si mettono pure clienti storici a prenotare tramite booking: penseranno di trovarvi chissà che ebbrezza! ? !
Francesco XXX – ieri richiesta di soggiorno via mail e mentre rispondevo, arriva il fax di prenotazione effettuata….tramite booking chiaramente.
Giulia XXX – il bello è che ti stressano le palle con la carta di credito, non te la vogliono dare etc etc etc e poi… ti arriva la prenotazione col loro nome da booking…..
Commento 2:
Paolo XXX – Secondo voi i Francesi son più storditi o marcioni…….
Ieri mi è arrivata una camera quadrupla di francesi ( 2 coppie d’adulti) prenotata col solito booking.com.
Stamattina, mi dicono che è stato un peccato che l’albergo da internet era pieno, se no avrebbero preferito 2 camere distinte…….
Un vero peccato azzzzz.lina: ieri avevo più di 10 camere libere
Una delle tante vittime di queste agenzie online, di cui non si può più fare a meno……
Commento 3:
Manuel XXX – Cliente = sto guardando il suo sito ma non capisco una cosa
Io = dica pure
Cliente = mi chiede la carta di credito per confermare è proprio obbligatoria?
Io = forse allora non è il mio sito ma è booking.com
Cliente = perché non è il suo sito?

Esistono almeno 6 semplici modi per evitare di farsi sopravanzare in questo dalle OTA e fare un passo in più verso la disintermediazione:

  • Affidate la realizzazione del sito a una web agency qualificata: per dare al vostro hotel un’immagine professionale e soprattutto affidabile, non potete delegare il compito al nipote della vostra vicina o ad una web agency generica, ma piuttosto ad un’azienda specializzata nel turismo che sappia valorizzarvi e creare un sito di qualità che possa competere al meglio con le OTA.
  • Fate integrare sul vostro sito il migliore booking engine, ben visibile in ogni pagina e soprattutto estremamente facile da usare.
  • Rassicurate i clienti sulle modalità di pagamento: spiegate in modo chiaro e ben leggibile che avete bisogno del numero della carta di credito solo come garanzia e che nessuna somma verrà prelevata fino al momento del check-out. (ricordate anche di indicare la protezione SSL del Booking engine)
  • Fate ottimizzare ad un buon SEO il posizionamento del vostro hotel, in modo che se un utente cerca il vostro nome, non risultiate secondi a nessuno, e soprattutto ai portali.
  • Puntate sul vostro brand name su Google Adwords in modo che i vostri annunci risultino sempre primi rispetto a quelli delle OTA: ricordate che se non puntate sul vostro brand name, lo faranno i portali, rubandovi visite e clienti. Per rassicurare ulteriormente gli utenti sul fatto che il vostro è il sito giusto, potete inserire nel testo degli annunci le parole “Sito ufficiale”.
  • Fate un’offerta che non si può rifiutare: quando i clienti che hanno prenotato tramite portale lasceranno il vostro hotel, dite loro che la prossima volta prenotino direttamente presso di voi, riceveranno un ulteriore sconto o un upgrade. Ricordate che c’è solo una cosa in cui le OTA non possono battervi ed è la possibilità di fare offerte speciali irresistibili!
mappe interattive per il turismo

Mappe interattive per il turismo con percorsi Gps e Hotels

Immagina una mappa interattiva di una località turistica che mostra in un colpo solo tracciati gps di percorsi in bicicletta e mtb, percorsi trekking, sci alpinismo, spot freeclimbing e poi le strutture turistiche i negozi e i servizi.
Il tutto che interagisce con un catalogo di schede dove ogni elemento viene mostrato in modo dettagliato con la possibilità di prenoatre (hotels) o scaricare un percorso per il tuo navigatore Gps.

[sf_button colour=”accent” type=”standard” size=”large” link=”http://bikehotelsfinaleligure.it/mtb-map/” target=”_blank” icon=”ss-attach” dropshadow=”no” extraclass=””]Finale Ligure – Guarda un esempio pratico[/sf_button]

Cosa può mostrare una mappa interattiva per una località turistica

mappe percorsi turistici

Una mappa interattiva può contenere una multitudine di dati e interagire con altri elementi del sito web come schede percorsi, schede hotel, schede negozi, vediamo nel dettaglio:

  • percorsi gps con filtri per tipologia
  • funzione navigatore gps: grazie al tasto “mostra dove sono” usando uno smartphone sarà possibile localizzare se stessi sulla mappa interattiva e sapere precisamente in che punto del percorso ci si trova.
  • strutture turistiche con filtri  hotels/campings/B&B
  • overlay: aree colorate in trasparenza per mostrare particolari spot
  • finestra popup che si aprono al click sugli elementi della mappa e che mostrano link, immagini e informazioni
  • visualizzazione diversa della mappa, territorio, strade, rilievo

Nulla più di un esempio pratico può spiegare cosa può fare una mappa interattiva dedicata ad una località turistica e come può con chiarezza dare informazioni e servizi utili.
Clicca qui per guardare la mappa interattiva per la Mtb e i Bike Hotels di Finale Ligure.

Per informazioni sulla creazione e lo sviluppo di una mappa interattiva turistica contattaci con il form a lato

Co-Working Login

Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI) - Italy
  • [+39] 02.871.65.381
  • info@gdmtech.it
  • PI 00865500144
  • CF DMEGZN73A10F205M
  • Cod. Univ. SZLUBAI

Philosofy

I nostri clienti sono aziende e professionisti che vogliono sfruttare Internet per trovare nuovi clienti, aumentare i loro contatti, vendere i loro servizi e prodotti. Oltre alle normali attività di Web Design siamo esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca e Digital Marketing. Ci occupiamo di corsi di web marketing in azienda, sviluppo di e-commerce con Opencart e Prestashop e Woocommerce, siti web in Wordpress e Joomla, migrazioni.
Gdmtech - Web&Seo Agency Milano