Offerta Aprile 2011 – Sito web per Hotel a 400 euro

Ad Aprile proponiamo un super offerta per rinnovare il sito web del tuo Hotel o Agriturismo, o per rifarlo da zero:

  • Max 10 pagine
  • Dove siamo con mappa Google interattiva
  • Seo base per i motori di ricerca
  • Photo e video gallery d’impatto
  • Contact Form
  • Contenuti aggiornabili in autonomia
  • Iscrizione a Google e attivazione Google Analytics
  • Seguici su Facebook
  • Predisposto per il Blogging
  • pronto in 5 giorni dalla consegna dei contenuti (testi e  immagini)

Non compreso:

  • Hosting e dominio nuovo +50 euro/anno
  • Booking
  • Multilingua +150 euro/lingua

Servizi aggiuntivi che potrebbero interessarti:

  • Web Marketing per il posizionamento sui motori di ricerca
  • Creazione video presentazione
  • Fotografie
seo ottimizzazione motori di ricerca

L’importanza del Seo rispetto ad Adwords – Costi pay per plick

quanto costa la campagna adwords
Adwords da 13 euro a click

I costi degli annunci a pagamento su Google, vedi Adwords, stanno raggiungendo costi molto elevati.
Si sta verificando quanto molti, tra cui io, avevano previsto e cioè un incremento sproporzionato di costi sui click delle campagne.
Del resto è normale, per un regime di concorrenza elevata la prima pagina di Google è diventata una piazza troppo piccola.
Nell’immagine che riporto qui si possono vedere parole chiave per un software di stampa etichette che costano fino a 13 euro a click.

Soluzione per abbattere i costi di Adwords.

E’ necessario e importante che le aziende investano sul Seo e cioè sul posizionamento naturale dei risultati.
Questo significa investire tempo e risorse tecniche su cose che daranno risultati non immediati ma in un futuro più o meno lontano.
Chi si limita ad affidare tutto il suo traffico alle campagne Adwords  rischia, se non ci si trova già, una situazione insostenibile dove per avere il proprio Hotel visibile deve spendere molti soldi per ogni click.
Il consiglio quindi è di implementare la parte Seo sui propri siti, differenziare la comunicazione usando immagini, video e Social Media.

costo-adwords-alto.jpg

Il mio sito va bene per i motori di ricerca?

Come faccio a sapere se sul mio sito è stata fatta l’ottimizzazione per i motori di ricerca?

Come faccio a sapere se è strutturato e creato in modo da piacere a Google e ai motori di ricerca?
Scopriamo in alcuni passaggi se il nostro sito è adatto a fare Business in internet

Note base su un sito seo compatibile

  1. la prima cosa, semplice e banale da fare  è guardare le vostre pagine e verificare che siano chiare, semplici, pulite e sopratutto leggibili. E’ importante usare un Font sufficentemente grande ma non strillato. Osservate come i grandi della comunicazione compilano le loro pagine, osservate i siti delle testate giornalistiche e guardate i loro font e il loro modo chiaro di presentare testi e immagini, solo così potrà salire nella prima pagina di Google
  2. per chi non lo sa ripeto che i testi sotto forma di immagini non vengono letti dai motori di ricerca, questo vale anche per i contenuti in Flash.
    Trucco:Per sapere se un testo è un vero testo un’immagine provate a selezionarlo col mause se riuscite a fare copia e incolla quello è un testo vero
  3. la velocità di caricamento ha un suo valore, un sito che impiega troppi secondi a caricarsi non vi porterà lontano, problema di Hosting?problema di immagini e contenuti multimediali troppo pesanti?

Seo checkup – fai un test seo del tuo sito web con il nostro tool seo

Andiamo sul tecnico – Osserviamo la pagina web

  1. verificate che le url delle vostre pagine siano composte da parole chiave e non siano stringhe incomprensibili, si chiamano Friendly Url o Url parlanti e devono essere simili a questa www.vacanze-bicicletta.it/in-bici-in-corsica.htm e non www.vacanze-bicicletta.it/content78-index.php Se il vostro sito non ha le Friendly Url è necessario eseguire un lavoro di riscrittura delle Url che viene fatto da specialisti usando :htaccess mod_rewrite e altre tecniche.
  2. provate a sottoporre una pagina del vostro sito al test WRC Validator e verificate che non ci siano troppi errori, l’ideale sarebbe non avere errori.
  3. verificate che all’inizio del testo ci siano già parole chiave vicine, inserite in frasi con un senso compiuto ! Talvolta infatti pur di accoppiare parole chiavi taluni scrivono frasi che sembrano scritte da un bambino di prima elementare e questo non va bene.
  4. verificate che ci sia una buona densità di parole chiave nel testo, se ad esempio la mia pagina parla di vacanze in bicicletta, le 2 parole appena scritte dovranno almeno apparire qua e la 2 o 3 volte, senza essere ripetitivi e ridondanti, il segreto è la coerenza, siate coerenti.
  5. verificate che si faccia uso anche di sinonimi di parole chiave.

Osserviamo il sorgente della pagina web

  1. visualizza il sorgente della pagina web, normalmente per vedere il sorgente è sufficente fare un click col tasto destro del mouse in un punto vuoto della pagina e scegliere “vosializza sorgente pagina”
  2. cercate il  title e verificate il contenuto, dovreste trovare il titolo contentuo tra i tag <title> </title>, il titolo deve essere una frase breve con parole chiave ad esempio <title>Vacanze in bicicletta, trova percorsi cicloturistici per viaggi in bici </title>. Spesso il Title non è ottimizzato, è troppo corto e non contiene parole chiave.
  3. cercate <meta name=”description” …  tra le virgolette del content dovreste trovare una descrizione di massimo 250 caratteri ricca di parole chiave e ben costruita es  content=”Scopri tinerari e vacanze in bicicletta in Italia ed Europa, trova percorsi con b&b e Hotel convenzionati per la tua prossima vacanza cicloturistica…”
  4. cercate <meta name=”keywords” … tra le virgolette del content dovreste trovare le parole chiave separate da virgolette fino a 250 caratteri, es content=”vacanze in bici,cicloturismo,avventure in bici,vacanze in mtb,viaggi in bicicletta ecc ecc” Nota: se analizziamo il seo della home page le parole chiave saranno generiche, il seo delle pagine interne dovrà essere specifico e non ripetitivo, es la pagina che illustra una vacanza in bici in corsica avrà nel title, nelle key e nella description testi e chiavi basate specificatamente sulla vacanza in bici in Corsica
  5. verificate che ci siano link interni cioè che portano ad altre pagine del sito e che contengano il tag Title appropriatamente compilatoes <a href=”index.html” title=”altre vacanze in bicicletta”, ogni link deve avere un Title ben fatto.
  6. verificate che le immagini abbiano i tag title e alt e se sono linkate che anche il link abbia il tag title come al punto precedente. es di immagine <img src=”bicicletta_corsica.jpg” alt=”vacanze in bici in corsica” />
  7. verificate di avere sopratutto all’inizio della pagina del testo in <h1> o <h2> o <h3> contente parole chiave

Fai il test seo del tuo sito

Come fare una Landing Page per aumentare le prenotazioni

Via Bookingblog

Si parla spesso dell’importanza di promuovere il sito dell’hotel con varie azioni di Web marketing, come SEO, campagne Adwords o e-mail marketing. Spesso però ci si concentra enormemente sul messaggio da dare, sull’attività in sé e per sé, ma non ci si preoccupa del “dopo-click”.

Ovvero: che cosa accade quando l’utente ha cliccato il nostro bel banner o il nostro accattivante annuncio, o quando ha aperto l’e-mail che con tanta passione abbiamo cesellato per lanciare le offerte di Pasqua?

La Landing Page, sarebbe a dire la pagina dove atterra l’utente dopo aver cliccato, ha un’enorme importanza:

  • Se il linguaggio è utilizzato correttamente e la call-to-action è chiara e persuasiva, può immediatamente produrre conversioni, dal momento che il suo traffico – proveniente da un click volontario su un vostro messaggio promozionale – è senz’altro qualificato
  • Una landing che si carica velocemente e che contiene parole chiavi rilevanti è fondamentale per ottenere un buon “quality score” nel caso di una campagna PPC su Google

La landing page è l’anello di congiunzione tra il vostro potenziale cliente e la prenotazione: avete un’unica chance da giocare, dunque non sprecatela. Se perdete l’occasione, il cliente potrebbe andarsene e non tornare mai più. Una buona campagna marketing senza una landing page strutturata, sarebbe un vero spreco:

  1. Se state promuovendo un’offerta in particolare, non utilizzate come landing della campagna una pagina qualunque del sito, (ad es la homepage): l’utente si aspetta di trovarsi subito di fronte quello che gli è stato promesso, non ha tempo né voglia di cercare all’interno del sito. Se state sponsorizzando il pacchetto Benessere ad esempio, fatelo atterrare sulla pagina dedicata.
  2. Ricordate di controllare più e più volte che il link che manda alla vostra pagina sia quello giusto: potevo sorvolare su questo punto che mi pare scontato, ma avete idea di quanto sia frustrante essere indirizzati ad una pagina che recita “Errore 404”?! Lo stesso vale per la call-to action alla fine del copy.
  3. Mantenete perfetta coerenza tra quello che avete sponsorizzato e la pagina: stesso titolo, stessi colori, magari stesso incipit del vostro messaggio promozionale. Dovete rassicurare l’utente sul fatto che si trova davvero nel posto giusto per compiere l’azione desiderata.
  4. Scegliete per la promozione un titolo accattivante e, se si tratta di una campagna PPC, in linea con l’annuncio che ha condotto l’utente da voi. Se l’annuncio parla di Week End a Roma e non avete un’offerta per chi sta cercando quel determinato prodotto, meglio orientarsi su qualcosa di diverso.
  5. Mantenete una bella grafica ed un font chiaro, tutto deve essere integrato nel sito e senza dettagli che facciano sembrare la pagina sciatta. L’header e le immagini devono essere curate nel dettaglio. Questo farà sentire l’utente rassicurato e vi farà sembrare ai suoi occhi sempre professionali.
  6. Scrivete un testo non troppo lungo per non demotivare l’utente, con punti elenco o elenchi numerati, grassetti e piccoli paragrafi (niente sottolineati che non siano link), in modo da facilitare al massimo la lettura.
  7. Integrate il testo con una recensione positiva, tratta dal vostro guest book o da un sito di recensioni turistiche, questo trasmetterà fiducia e sicurezza.
  8. Non mettete link all’interno del testo, nemmeno ad altre pagine del vostro sito, in modo da non distogliere l’attenzione dell’utente. L’Azione da compiere deve essere una e una sola: la call-to-action finale.
  9. Inserite una Call-to-action ben chiara alla fine del discorso, magari con un bottone colorato e ben visibile. Meglio che sia una sola e non più di una. L’utente si trova sulla pagina solo al fine di prenotare un soggiorno.(vedi “Come guadagnare prenotazioni con le giuste call-to-action“)
  10. Aggiungete alla fine della pagina ben visibili tutti i numeri e le indicazioni per chiedere informazioni o comunicare (anche su skype o via chat se disponibili): ricordate che il momento di prenotare è quello in cui sorgono più dubbi e domande e voi dovete essere pronti a prevenire qualsiasi incertezza che ostacoli l’acquisto.

Via Bookingblog

Imgaaa.net – Malware e virus su siti web

Recentemente mi sono imbattuto in un Malware che attacca i siti web tramite Ftp inserendo una stringa al termine di ogni file index.

L’azione di questo Malware sembra essere in più fasi, tutto parte nel momento in cui in qualche modo vengono catturate user e password Ftp del vostro sito, questo può accadere a causa di un keylogger installato sul vostro computer.

  1. la prima cosa che accade è l’inserimento di quella stringa nei file index
  2. viene creata una cartella .log e all’interno di questa cartella vengono creati centinaia di file con nomi decisamente tremendi
  3. viene creata anche una cartella con un numero all’interno della quale vengono creati altri file

Che danni fa questo Malware?

  1. Google e i motori di ricerca potrebbero escludervi dagli indici di ricerca considerando il vostro sito infetto
  2. Gli antivirus installati sui Pc dei navigatori daranno un allarme all’apertura del vostro sito
  3. La quantità di file creati dentro la cartella .log finisce con l’appesantire fortemente la navigazione sul vostro sito

Cosa fare per eliminare il malware imgaaa?

Io consiglio di

  1. cambiare immediatamente la password Ftp
  2. fare una scansione antivirus al vostro pc per scongiurare la possibilità che il malware parta dal vostro Pc
  3. entrare via Ftp e ripulire manualmente le directory, vuol dire cancellare la cartella .log piena di file, eliminare la stringa da ogni file index, eliminare la cartella col numero.

Se siete incappati in questo odioso virus e avete bisogno di aiuto non esitate a contattarmi.

Tutto sui Codici Sconto e i codici promozionali

Il mercato sta cambiando e i codici promozionali sono un nuovo modo usato dalle aziende che vendono in Internet per richiamare l’attenzione dei clienti, vediamo in questa piccola guida ai codici sconto alcuni concetti base su cosa sono e come si usano i codici sconto.

Esempio di sito con codici sconto e coupon

Cosa sono i codici sconto, i coupon e i codici promozionali?

Molte aziende che vendono prodotti e servizi in Internet usano i codici sconto per promuovere i loro prodotti in determinati periodi dell’anno o per lanciare novità.
I navigatori possono essere quindi stimolati ad acquistare un prodotto perchè sono venuti a conoscenza di una promozione o un codice coupon che da loro un vantaggio economico.
Un esempio lampante è quello di PosterXXL che proponeva un codice sconto per un Poster fatto con la tua fotografia a costo zero per un periodo limitato di tempo, in questo modo l’azienda si è fatta una grande pubblicità.

Quali sono i vantaggi dei codici sconto, dei coupon e dei codici promozionali?

  • Sconti in percentuale su ordine minimo
  • Offerte di prodotti gratuiti in promozione
  • Buoni sconto in euro da spendere per tutti i prodotti di uno store
  • Spese di spedizione gratuite

Quando si possono usare i codici sconto?

I codici sconto possono essere usati all’atto dell’acquisto di un prodotto online tutte le volte che nel carrello o in fase di pagamento, vediamo un campo di testo che ci chiede di inserire appunto un coupon o un codice.
Spesso capita che il navigatore stia acquistando un prodotto e trovi questo campo prima di pagare senza sapere di cosa si tratti. In passato io pensavo si trattassero di codici sconto riservati a particolari accordi aziendali invece sarà sufficiente fare una ricerca in Internet per vedere se si trova un codice sconto per quello Shop.

Un esempio pratico di utilizzo di codice promozionale, Feltrinelli.

Immaginiamo che io debba acquistare dei libri, mi trovo sul sito di Feltrinelli e ho messo nel carrello alcuni libri.
Nella pagina del pagamento trovo una voce che mi dice “se hai un codice promozionale Feltrinelli inseriscilo qui”.
Io non ho nessun codice promozionale ovviamente!
Se trovo un codice sconto valido, che non sia quindi scaduto, posso provare a inserirlo nel mio carrello e usufruire dello sconto.

Incendio ad Aruba.it

La serverfarm di Aruba ad Arezzo colpita da un incendio alle 4 di stanotte. Molto siti ospitati non sono raggiungibili, il servizio clienti è ovviamente in Tilt.
Pare essere uno dei Down più importanti che la rete internet Italiana abbia mai conosciuto.

Co-Working Login

Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI) - Italy
  • [+39] 02.871.65.381
  • info@gdmtech.it
  • PI 00865500144
  • CF DMEGZN73A10F205M
  • Cod. Univ. SZLUBAI

Philosofy

I nostri clienti sono aziende e professionisti che vogliono sfruttare Internet per trovare nuovi clienti, aumentare i loro contatti, vendere i loro servizi e prodotti. Oltre alle normali attività di Web Design siamo esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca e Digital Marketing. Ci occupiamo di corsi di web marketing in azienda, sviluppo di e-commerce con Opencart e Prestashop e Woocommerce, siti web in Wordpress e Joomla, migrazioni.
Gdmtech - Web&Seo Agency Milano