Tag: seo turismo

Checkup SEO tools e strategia

In questo articolo scopriamo quali sono i 7 report SEO su cui concentrarsi per un’analisi efficace. Se sei a secco di SEO e vuoi capire meglio di cosa stiamo parlando puoi leggere l’articolo Agenzia Seo e il consulente Seo.
Fare un’analisi di una strategia SEO comporta come minimo la conoscenza dei dati relativi alla propria presenza nel web.
Usando questi dati in un’ottica relativa agli obbiettivi del nostro sito possiamo smussare certe criticità che non ci farebbero avanzare nel posizionamento.
Ho riassunto in questo breve articolo quelli che ritengo siano i dati da conoscere e i relativi strumenti per ottenerli.

  1. Popolarità del sito
  2. Autorità del sito
  3. Velocità di caricamento
  4. Mobile
  5. Analisi del codice
  6. Termini di ricerca organica
  7. Posizionamento keywords

Guardiamoli più nel dettaglio nominando anche alcuni strumenti SEO utili, se volete fare un checkup SEO gratuito potete provare questo tool che vi ho linkato.

Popolarità del dominio

Non è altro che la nostra presenza nel web. Tramite Backlink (link al nostro sito) o citazioni del nostro marchio si può capire il ranking (posizione) che i motori di ricerca ci hanno riservato.

Per analizzare la nostra visibilità sulla rete esistono tools come Majestic SEO, ahrefs.com o Open Site Explorer.
Se guardiamo il parametro Autority nella foto vedremo che per esempio Youtube ha un punteggio di 100/100.
Questo è un ottimo punto da valutare per una corretta strategia di posizionamento, ma sfortunatamente non basta.

popolarità del dominio

Autorità del dominio

Come nella vita anche nel web le cattive compagnie non fanno fare molta strada.
Backlink a siti poco attinenti alla nostra attività possono danneggiare la nostra SEO strategy.
Attraverso il concetto di page rank, presente in ogni strumento di analisi, diamo un valore e una direzione al nostro lavoro di posizionamento

Questo è un report molto importante perché ci da un’analisi qualitativa dei link al nostro sito e ci permette di capire effettivamente a che punto siamo della nostra strategia.

analisi Autorità del dominio

Analisi codice Sorgente (codice HTML)

Posizionare efficacemente un sito web non è semplice, sono tanti i fattori in gioco e spesso può sfuggire giusto quel dettaglio che potrebbe fare la differenza tra una buona posizione e finire nel dimenticatoio.
Fortunatamente ci vengono in aiuto degli strumenti per semplificarci la vita ed ottenere dei report efficaci, oppure l’occhio esperto di un consulente SEO può individuare le criticità osservando il codice sorgente della tua pagina web

Ma quali strumenti utilizzare? se parliamo di web parliamo di Google.
Google Webmaster Tools è un must nell’analisi di un sito web, con molte funzionalità interessanti come la segnalazione di errori tipici (4xx, 5xx) o suggerimenti su come impostare il nostro codice HTML.

Ma se abbiamo bisogno di sapere perché il nostro sito non è a prova di SEO, l’utilizzo di altri tools può dircelo.
Visual SEO Studio (free) o Screaming Frog (ti serve un account premium) possono fare al caso tuo, tramite una raccolta di dati relativi alle “mancanze” o agli “eccessi” della nostra strategia.

analisi codice html

Velocità di caricamento delle pagine – Performance

E’ dato ormai come scontato che la velocità di caricamento delle pagine è una caratteristica che rientra a pieno nei parametri usati da Google per premiare o bocciare un sito.
Il motore di ricerca vuole evidentemente rispondere all’esigenza dei navigatori che vogliono poter navigare velocemente alla ricerca del contenuto migliore. Attendere il caricamento di una pagina per oltre 3 secondi è già troppo, la UX (leggi il mio articolo sull’importanza della UX-User Experience) è ormai parte della SEO parlo infatti in questo articolo di SEO-UX

Per analizzare dal punto di vista SEO le performance di un sito possiamo utilizzare webpagetest.org che genera una waterfall (letteralmente cascata) con il caricamento dei singoli elementi della pagina (js, immagini, css) evidenziando blocchi o colli di bottiglia.

Viene da se che una volta individuati gli elementi che rallentano andranno risolti.

tabella di esempio analisi velocità caricamento

Test Mobile friendly

Ormai il 50% del traffico arriva da mobile. Analizzare le performance del tuo sito e di come esso reagisce alle varie device è basilare.
E’ una questione di velocità di caricamento ma sopratutto di compatibilità.

Un ecommerce che su mobile risente di una sovrapposizione di bottoni, menu che non vengono visualizzati o elementi non facilmente cliccabili determina il fallimento di quel progetto per il 50% degli utenti.

analisi mobile friendly e seo

Termini di Ricerca Organica:

Un report molto importante. Ci da la possibilità di analizzare con quali parole chiave i nostri utenti sono riusciti a raggiungere il nostro sito.
Questo viene fatto con Google Search Console.
Il particolare di questo report e che ci fornisce dati utili come le impressioni, i click, la posizione media e la percentuale di click rispetto alle impressioni (CTR).

Impressioni e CTR, nello specifico, sono indispensabili strumenti di analisi per capire come le nostre keyword possono o meno risultare utili all’interno di un disegno SEO.

termini di ricerca organica

Posizionamento Keyword:

Questo è il classico report per analisi SEO.
Il risultato di questa osservazione coinvolge le nostre risorse (foto, video ,testi ecc…), il ranking sui motori di ricerca e le nostre keyword.
Crea, in sostanza, una relazione tra le keyword, il ranking e le risorse.
In questo modo controlliamo la posizione della risorsa nei motori di ricerca rispetto ad una determinata parola chiave.
Questa analisi può anche essere estesa fra più domini, confrontando dati di eventuali concorrenti con i nostri risultati.

analisi posizionamento keywords

Siamo alla fine di questo piccolo riepilogo di quello che penso siano i report che ritengo fondamentali per un indagine SEO.
Ma da soli, questi report, non bastano. E’ necessario sperimentare e informarsi con dedizione soprattutto sull’analisi SEO.

copy writing

La scrittura di articoli (copy writing, content writing) è una delle strategie più affidabili per posizionare un sito web ai primi posti dei motori di ricerca. E’ un attività importantissima all’interno di una strategia di Sem, Search Engine Marketing.
Questo ha determinato la nascita di una nuova figura professionale, il copy writer; il suo lavoro consiste nello scrivere articoli e news per conto dei suoi clienti che andranno a popolare il sito web. A Milano sono molte le agenzie che offrono il servizio di copy writing, Gdmtech è una di queste.
Nell’ambito del web marketing il copy writing incide sul sucesso di un sito web in maniera preponderante sopratutto in casi di siti web che operano in un regime di concorrenza.

Ma perchè il copy writing è così importante?

Immaginate di essere il Sig. Google e dover scegliere che risultati dare ad un utente che sta cercando un sito web che parli di un determinato argomento.
Un sito web con un area news ricca di informazioni sui prodotti o sui servizi, con contenuti aggiornati, utili e unici è sicuramente di valore rispetto ad un sito con le semplici pagine chi siamo, cosa facciamo e dove siamo.Per il motore di ricerca il sito ricco di articoli specifici sull’argomento che l’utente ha ricercato ha molto più valore perchè in effetti ne ha anche per l’utente.

Copy writing un esempio pratico

Nello scrivere questo articolo per la mia web agency io stesso sto facendo copy writing! Se avete trovato questo articolo forse avete cercato in Google parole chiave come “come posizionare un sito con il copy writing” oppure “cos’è il copy writing”, oppure “come fare il copy writer” oppure ancora “web agency copy writing Milano”.
Ora supponiamo che al termine di quest’articolo vi rendiate conto che il copy writing è in effetti importante per il vostro progetto e volete iniziare ad implementarlo nel vostro sito: avete 2 possibilità o iniziare a studiare e imparare a farlo in autonomia oppure contattarmi per ricevere aiuto o una consulenza. Quindi io cosa ho fatto? Ho scritto un contenuto che comunque vada tu che stai leggendo troverai utile e forse mi contatterai.

Come scrivere articoli in “modo” SEO

Per Seo si intende l’attività di ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca come è meglio spiegato in questo articolo apparso su Prontopro. Nello specifico si può fare SEO sui singoli articoli di un blog. Il copy writing è molto faticoso per vari motivi, il primo è che dovete decidere cosa scrivere e poi dovete scriverlo. Scrivere un articolo che sia effettivamente utile richiede impegno e tempo a meno che non vogliate scrivere 5 righe buttate li come fanno tanti sperando di ottenere risultati. Molte volte la scrittura di un articolo richiede anche una piccola ricerca sull’argomento e dato che non è assolutamente consigliato fare copia e incolla da altre fonti dovrete elaborare un manoscritto di sana-pianta, per esperienza vedo che i miei clienti fanno molta fatica a fare questo, non hanno mai tempo, non sanno cosa scrivere.
Un articolo scritto per indicizzarsi nei motori di ricerca oltre ad essere oggettivamente utile e contenere informazioni vere deve avere delle caratteristiche, deve essere scritto tenendo cura dei meta tag, deve avere dei link ottimizzati, delle immagini ottimizzate, una url ottimizzata ecc ecc

Pensate che in questo momento mentre scrivo questo articolo sul copy writing il mio monitor è sorretto da un libro di Yahoo intitolato “Yahoo style guide, the Ultimate Sourcebook for Writing, Editing, and Creating Content for the Digital World” è un libro di 528 pagine che parla solo di come scrivere articoli! Un vero mattone in inglese super tecnico per addetti ai lavori.

Scegliere cosa scrivere

Questo è un altro fattore importante, decidere cosa scrivere. E’ importante perchè visto che è faticoso è bene scrivere articoli che vadano effettivamente a catturare delle ricerche e a generare visite e non articoli che interessano a 1 su 10.000 (a meno che non stiate lavorando sulla coda lunga). Per decidere cosa scrivere dovete fare questo ragionamento:

  1. se scrivo qualcosa di molto generico il mio articolo andrà in concorrenza con altri migliaia
  2. se scrivo qualcosa di troppo specifico il mio articolo interesserà a pochissimi

Se il vostro business riguarda un argomento di nicchia e avete pochi concorrenti il problema non si pone. Ma se volete indicizzare il sito di un Hotel, un ecommerce di vestiti, un bed&breakfast, un’azienda che vende prodotti o servizi di largo consumo dovrete pianificare il vostro copy writing con cura per raggiungere l’obiettivo che è quello di aumentare le visite sul vostro sito web.

Un idea per decidere cosa scrivere e aumentare le visite

Ho preso in prestito il concetto di “mappe mentali”  e l’ho riutilizzato come “modus operandi” per individuare titoli di articoli.

  1. Prendete un foglio bianco e fate un cerchio al centro e scriveteci dentro la vostra keyword principale, nel caso di uno psicologo di Milano che vuole indicizzare il suo sito qui dentro scriverà “psicologo Milano”
  2. Fate 4 o 5 cerchi introno al primo e dentro metteteci le keyword secondarie: “psicoterapia di coppia”, “ansia”, “depressione”, “fobie” ecc ecc
  3. ora per ognuno di questi cerchi secondari disegnate altri cerchi entrando nel dettaglio, partendo da fobie ad esempio potrete scrivere “paura di volare”, “paura degli spazi aperti” , “claustrofobia” ecc ecc
  4. Ognuno di questi è il titolo di un articolo che potete scrivere. Volendo potete andare avanti  e generare altre mappe mentali più specifiche.
  5. Man mano che esaurite gli argomenti create nuove diramazioni più specifiche e continuate a scrivere.

Lo stesso esempio si può fare tutti gli altri argomenti: “Hotel Cortina d’Ampezzo” > “attività a Cortina” >Bicicletta, sci, arrampicata, trekking. Da trekking potrete scrivere a vostra volta articoli tipo “trekking sul monte Baldo” e “Trekking sul monte Generoso”.
E’ chiaro il concetto?

Punti fondamentali di un articolo ben redatto per il web marketing

Ecco in maniera basilare i punti da rispettare per scrivere un articolo il cui scopo è indicizzarsi nei motori di ricerca:

  1. usate le keywords nel titolo
  2. usate le keyword nella prima frase e in maniera sensata in tutto l’articolo usando anche sinonimi
  3. scrivete le keywords vicine tra loro e non distanti
  4. fate in modo di avere una URL friendly, significa avere una url della pagina che contenga il titolo, quindi le parole chiave
  5. paragrafaste il testo. Dividete gli argomenti e create dei paragrafi in H2 usando parole chiave nel titolo del paragrafo.
  6. create dei link che rimandino ad altre parti del vostro sito e compilate i tag title dei link usando parole chiave, non linkate “leggi qui” o “approfondisci” ma linkate keywords.
  7. usate i grassetti per rendere la pagina “scannabile”
  8. usate immagini belle e ottimizzatele compilando i meta tag alt e title
  9. usate elenchi puntati per esprimere concetti
  10. compilate i meta tag Title e Description dell’articolo, se usate WordPress o Joomla o qualsiasi CMS cercate dove si trovano questi campi.

Ecco già seguendo queste regole avrete scritto un articolo ottimizzato per i motori di ricerca, ma non dimenticate la cosa più importante: scrivete cose utili, informazioni interessanti che interessino veramente ai vostri potenziali clienti.

Delegare ad una web agency o scrivere articoli da soli?

Normalmente quando sviluppo un nuovo sito web o implemento un’area news su un sito web esistente chiedo al cliente se vuole fare da solo la parte di scrittura (in questo caso viene fatto un minicorso) o se vuole delegare a me la strategia di copy writing. Leggete il mio articolo “Delegare la dcrittura degli articoli al cliente, giusto o sbagliato?” e fatevi da soli un idea di come muovervi. La cosa importante è capire che essere efficaci in una strategia di copy writing farà la differenza nell’indicizzazione del vostro sito e quindi nella vendita dei vostri servizi o prodotti online.
Se decidete di fare da soli studiate e fatevi una piccola cultura, fate un corso di web marketing e iniziate a lavorare con costanza scrivendo 2 articoli ben fatti a settimana. Al temine di un anno avrete scritto più di 80 articoli che porteranno al vostro sito migliaia di visitatori. Se avete bisogno di una consulenza per il copy writing a Milano contattatemi.

 

 

La zia Maria e i suoi fratelli hanno un bellissimo Hotel in un bellissimo paesino di montagna, qualcuno gli ha detto nell’orecchio che oggi la gente decide le proprie vacanze guardando internet e cercando le soluzioni in Google ! Allora lei ha chiesto a suo figlio che usa spesso internet di occuparsi della questione.
Ma presto arrivano i primi problemi, le prime domande.
La prima è appunto “Come inserire il sito del mio Albergo in Google?”

Facilissimo !!!
Per inserire il sito della tua struttura Turistica, Hotel ho Bad & Breakfast che sia, in Google, il più famoso motore di ricerca, si possono adottare 2 vie:

  1. Attendere ! Si è vero gli spider di Google trovano da soli i siti analizzando la rete, ci può volere 1 mese, 3 mesi ma prima o poi lo troveranno.
  2. Iscrizione manuale, basta seguire la procedura e segnalare il sito nella pagina dei servizi per i Webmaster, questo servirà ad accellerare l’inserimento.

Ma allora perchè il mio Hotel non esce nelle ricerche?

Eccoci arrivati al vero dilemma!
Inserire un hotel in Google non rappresenta di per se un problema, il problema è farlo uscire tra le prima pagine quando il navigatore fa una ricerca.

Il navigatore cerca ad esempio Hotel Livigno e io vorrei che il mio hotel esca in quella pagina.
Ma a Lvigno ci sono 350 Hotel, magari ognuno con più di un sito, più tutti i siti delle agenzie turistiche, delle Apt, degli operatori privati ecc ecc e la pagina di Google mostra solo una decina di risultati !
Ecco che il mio sito sarà visibile solo in 4a, 6a 100a pagina e chi lo trova?!

Perchè quell’Hotel esce in prima pagina e il mio no?

Perchè il mio sito è fatto meglio, è più colorato, più accattivante ma esce dopo quelli degli altri?

La risposta è:

  1. Seo
  2. Sem
  3. Webmarketing
  4. Email Marketing
  5. Social Network Marketing
  6. Copy Writing

Non sapete cosa sono queste cose?
Infatti oggi giorno esiste una figura professionale precisa che si occupa di questo.
Una Web Agency o un Web Master dovrebbe, oggi giorno, lavorare molto su Seo/Sem ed EmailMarketing, tuttavia è facile trovare moltissimi professionisti impegnati a fare siti belli, luccicanti, colorati che non badano minimamente alla compatibilità con i Motori di ricerca o senza conoscenze di Web Marketing.

I siti fatti da questi professionisti saranno bellissimi ma purtroppo introvabili nel web.

seo web agency

Quando arrivano email di richiesta nella nostra Web Agency non sempre rispondo in maniera così articolata, tuttavia a volte si è più calmi e ispirati e si investe un pò di tempo in più anche nel rispondere ad un cliente che ti chiede una strategia per migliorare la sua attività su internet. Ho quindi deciso di riportare questa email “tipica” e farne un articolo visto che io stesso insegno che il copy writing è la migliore strategia per posizionarsi sui motori di ricerca.

Mail ad un cliente

Carissimo Francesco ho capito a pieno la tua esigenza, o per lo meno mi sembra di aver capito 🙂
Dunque, ti espongo la mia idea che proviene da una discreta esperienza di collaborazione con aziende turistiche e non in questi ultimi 5 anni.

Oggi sono tutti a caccia di visibilità, la prima pagina di Google, in settori dove la concorrenza è alta, è diventata un campo di battaglia dove grandi operatori si fanno la guerra a suon di costose campagne Adwords e strategie di posizionamento organico.
I social sono ingolfati di pagine fun, ogni albergo, B&B, operatore turistico ha la sua pagina fan che cerca di far crescere.

Alla luce di tutto questo espongo 2 punti cardine:

  1. non esistono trucchi, o si hanno grandi budget da investire in pubblicità (un click di adwords nel turismo arriva a costare più di 2 euro) oppure si lavora con costanza, perseveranza e passione.
  2. occorre lavorare sulle nicchie, se un cliente mi dicesse voglio essere primo in prima pagina per la ricerca “Hotel Riccione” gli direi che anche se mi da 100.000 euro non riuscirei a farlo arrivare primo in modo organico. Tuttavia potrà essere primo se lavorerà su keyword di nicchia come “Hotel a Riccione con escursioni a cavallo” e cose di questo tipo.

Detto questo occorre avviare una strategia dove tutti gli elementi e gli attori siano coerenti tra loro e ben bilanciati:

  1. un sito web ben fatto, mobile friendly, curato e ricco di immagini
  2. un area blog dove poter fare copy writing costante (scrittura di articoli) che è una delle migliori strategie per indicizzarsi nei motori.
  3. agire in modo costante e corretto sui social media
  4. investire un budget anche sul payperclick, adwords e facebook ad
  5. lavorare sul local advertising (scheda mybusiness>googlemap>Google+)
  6. affiliarsi e instaurare rapporti con club di prodotto coerenti con il nostro business, bike hotels, portali sportivi, associazioni e società.
  7. lavorare con i booking engine, tripadvisor, booking.
  8. fare lead generation, cioè racimolare costantemente i contatti dei clienti e potenziali clienti per proporre reviews su Maps e sui booking engine

Ti allego un immagine che ti fa ben capre quante strategie si posso attuare.

webmarketing milano Gdmtech web agency

Non posso farti un piano specifico perchè sarebbe irrealistico perchè le strategie che funzionano di più sono quelle basate sull’analisi costante dei risultati e sullo spostarsi velocemente su quello che sta meglio fruttando.

In breve posso dire che:

  1. occorre partire da un sito web che abbia tutte le caratteristiche richieste a supportare le strategie che seguono.
  2. fare una ottimizzazione per i motori di ricerca ben fatta
  3. fare il setup di tutti gli elementi esterni (social, maps, mybusiness, google+, search console)
  4. partire con un piano editoriale di copy writing
  5. iniziare a scrivere e condividere con costanza

Questa è la prima fase, tutto il resto va messo dopo e non ha senso a livello di priorità metterlo davanti.
Sarebbe come perdere tempo a modificare l’areodinamica di una macchina quando si hanno ancora le ruote sgonfie.

I primi 3 punti li svolge il web master, il 4 e 5 li dovete svolgere voi dopo aver fatto un mini corso per imparare quanto segue:

  • cosa scrivere
  • come scrivere in modalità seo
  • quanto scrivere
  • cosa fare dopo aver scritto un articolo
  1. Un sito in wordpress in 4 lingue ita/eng/ger/fr costa euro xxxx (nessuno ti vieta di iniziare con un sito monolingua)
  2. l’ottimizzazione per ogni lingua costa xxx/cad (nessuno ti vieta di iniziare con l’ottimizzazione di una sola lingua)
  3. il setup degli elementi esterni (punto 3) costa xxx
  4. il corso di 2/3 ore costa xx euro/ora se presso la nostra sede.

Ora ti lascio alle tue riflessioni

Se hai domande o dubbi scrivimi

Grazie
Graziano

Co-Working Login

Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI) - Italy
  • [+39] 02.871.65.381
  • info@gdmtech.it
  • PI 00865500144
  • CF DMEGZN73A10F205M

Philosofy

I nostri clienti sono aziende e professionisti che vogliono sfruttare Internet per trovare nuovi clienti, aumentare i loro contatti, vendere i loro servizi e prodotti. Oltre alle normali attività di Web Design siamo esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca e Digital Marketing. Ci occupiamo di corsi di web marketing in azienda, sviluppo di e-commerce con Opencart e Prestashop e Woocommerce, siti web in Wordpress e Joomla, migrazioni.
Gdmtech - Digital Web Agency Milano
Privacy Policy