Tag: landing page

aumentare le visite di un sito web

Come posso aumentare le visite del mio sito web? E’ la domanda che più spesso mi viene rivolta. Tutti vogliono aumentare il traffico web con i potenziali clienti e quindi aumentare le vendite dei prodotti e servizi

Ovviamente non posso non proporvi di leggere il mio Ebook che spiega nel dettaglio 23 cose da fare tutti i giorni per aumentare le visite di un sito web.
La diffusione di siti di Ecommerce ha incrementato ulteriormente l’esigenza di posizionarsi ai primi posti nei motori di ricerca.
C’è molta confusione lato utente su cosa bisogna fare per aumentare le visite di un sito e su chi è la figura professionale adatta a farlo.
Le visite possono essere aumentate pagando servizi payperclick come Google adWords, Facebook Ad e altri oppure lavorando sull’ottimizzazione del sito e sul posizionamento o sui Social network.
Queste sono le due macro aree in ognuno dei casi dovrò comunque rivolgermi a un consulente, un esperto di Web Marketing che può anche essere un Web Designer ma attenzione perchè spesso non è detto che un Web Master sia anche un esperto di SEO e posizionamento.

Vi giuro che potrei andare avanti molto a scrivere in merito alle domande che mi vengono poste, e tutti vogliono la stessa cosa…

Voglio aumentare le visite del mio sito Web,  aiutatemiiii !!!!!

Ogni realtà commerciale o servizio ha una sua storia a parte, vi invito a studiare e leggere in internet quanto più possibile sul posizionamento, l’ottimizzazione e il web marketing in generale perché può davvero dare grandi frutti.
Se non avete tempo e volete raggiungere il vostro obbiettivo fatevi aiutare da un esperto, a tale scopo vi invito a contattarmi per un preventivo o per conoscere quale strategia è possibile attuare per dare visibilità al vostro Sito Web.

Vi invito a leggere i miei articoli

Via Bookingblog

Si parla spesso dell’importanza di promuovere il sito dell’hotel con varie azioni di Web marketing, come SEO, campagne Adwords o e-mail marketing. Spesso però ci si concentra enormemente sul messaggio da dare, sull’attività in sé e per sé, ma non ci si preoccupa del “dopo-click”.

Ovvero: che cosa accade quando l’utente ha cliccato il nostro bel banner o il nostro accattivante annuncio, o quando ha aperto l’e-mail che con tanta passione abbiamo cesellato per lanciare le offerte di Pasqua?

La Landing Page, sarebbe a dire la pagina dove atterra l’utente dopo aver cliccato, ha un’enorme importanza:

  • Se il linguaggio è utilizzato correttamente e la call-to-action è chiara e persuasiva, può immediatamente produrre conversioni, dal momento che il suo traffico – proveniente da un click volontario su un vostro messaggio promozionale – è senz’altro qualificato
  • Una landing che si carica velocemente e che contiene parole chiavi rilevanti è fondamentale per ottenere un buon “quality score” nel caso di una campagna PPC su Google

La landing page è l’anello di congiunzione tra il vostro potenziale cliente e la prenotazione: avete un’unica chance da giocare, dunque non sprecatela. Se perdete l’occasione, il cliente potrebbe andarsene e non tornare mai più. Una buona campagna marketing senza una landing page strutturata, sarebbe un vero spreco:

  1. Se state promuovendo un’offerta in particolare, non utilizzate come landing della campagna una pagina qualunque del sito, (ad es la homepage): l’utente si aspetta di trovarsi subito di fronte quello che gli è stato promesso, non ha tempo né voglia di cercare all’interno del sito. Se state sponsorizzando il pacchetto Benessere ad esempio, fatelo atterrare sulla pagina dedicata.
  2. Ricordate di controllare più e più volte che il link che manda alla vostra pagina sia quello giusto: potevo sorvolare su questo punto che mi pare scontato, ma avete idea di quanto sia frustrante essere indirizzati ad una pagina che recita “Errore 404”?! Lo stesso vale per la call-to action alla fine del copy.
  3. Mantenete perfetta coerenza tra quello che avete sponsorizzato e la pagina: stesso titolo, stessi colori, magari stesso incipit del vostro messaggio promozionale. Dovete rassicurare l’utente sul fatto che si trova davvero nel posto giusto per compiere l’azione desiderata.
  4. Scegliete per la promozione un titolo accattivante e, se si tratta di una campagna PPC, in linea con l’annuncio che ha condotto l’utente da voi. Se l’annuncio parla di Week End a Roma e non avete un’offerta per chi sta cercando quel determinato prodotto, meglio orientarsi su qualcosa di diverso.
  5. Mantenete una bella grafica ed un font chiaro, tutto deve essere integrato nel sito e senza dettagli che facciano sembrare la pagina sciatta. L’header e le immagini devono essere curate nel dettaglio. Questo farà sentire l’utente rassicurato e vi farà sembrare ai suoi occhi sempre professionali.
  6. Scrivete un testo non troppo lungo per non demotivare l’utente, con punti elenco o elenchi numerati, grassetti e piccoli paragrafi (niente sottolineati che non siano link), in modo da facilitare al massimo la lettura.
  7. Integrate il testo con una recensione positiva, tratta dal vostro guest book o da un sito di recensioni turistiche, questo trasmetterà fiducia e sicurezza.
  8. Non mettete link all’interno del testo, nemmeno ad altre pagine del vostro sito, in modo da non distogliere l’attenzione dell’utente. L’Azione da compiere deve essere una e una sola: la call-to-action finale.
  9. Inserite una Call-to-action ben chiara alla fine del discorso, magari con un bottone colorato e ben visibile. Meglio che sia una sola e non più di una. L’utente si trova sulla pagina solo al fine di prenotare un soggiorno.(vedi “Come guadagnare prenotazioni con le giuste call-to-action“)
  10. Aggiungete alla fine della pagina ben visibili tutti i numeri e le indicazioni per chiedere informazioni o comunicare (anche su skype o via chat se disponibili): ricordate che il momento di prenotare è quello in cui sorgono più dubbi e domande e voi dovete essere pronti a prevenire qualsiasi incertezza che ostacoli l’acquisto.

Via Bookingblog

Da un pò di tempo vanno di moda i background cliccabili, si chiamano takeover background, non sono dei semplici banner come quelli delle campagne adwords e normalmente vengono usati per campagne pubblicitarie dove lo sponsor è molto importante per il progetto del portale. Creare gli sfondi cliccabili può non essere facile per via del fatto che si rende necessario andare a mettere le mani in template di portali e CMS spesso di grosse dimensioni con DIV annidati e complessi. Di base il lavoro da fare è in 3 step vediamo:

Step 1: Crea l’imagine di background [creare banner e pubblicità] Create un immagine tenendo conto che essa andrà a finire sotto il sito e quindi i contenuti centrali del portale copriranno l’immagine e la parte visibile e cliccabile sarà quella laterale o sopra l’header. Se il vostro sito ha una larghezza di 980px fate un immagine di almeno 1200 di larghezza e fate in modo che sui bordi il colore sfumi su una tinta unita in modo che andrete ad amalgamarlo con il colore dello sfondo del sito.

Step 2: Il CSS Avremo una classe (#skin) e una classe  (#background) Ecco il codice:


#skin {
position: absolute;
width: 100%;
height: 800px;
margin-left: auto;
margin-right: auto;
top: 0px;
left: 0px;
z-index: 1;
}

#background
{
background: url(background_takeover.png) no-repeat 50% 0;
background-color: #ffffff;
height: 800px;
position: absolute;
width: 100%;
top:220px;
z-index: 1;
}
Step 3: Inserite il div nel template

Attenzione! E’ importante che non facciate casino con i valori z-index, dovete fare in modo che lo z-index dell’immagine sia inferiore degli altri div. Se avete dei dubbi contattatemi per creare uno sfondo pubblicitario cliccabile. Graziano

Parliamo di campagne Adwords ma specifichiamo una cosa: “Una campagna AdWords senza landing page ottimizzate e mirate e annunci non coerenti creano un dispendio di denaro inutile”.

Approfondiamo il concetto, immaginiamo una situazione standard e analizziamo l’iter che porta il potenziale cliente a raggiungere l’obbiettivo che ci siamo preposti con la nostra campagna che può essere ad esempio:

  • La prenotazione di una vacanza
  • L’iscrizione ad un corso
  • L’acquisto di un prodotto

Per arrivare all’obbiettivo il nostro potenziale cliente farà un percorso e se tutto è ok centreremo il bersaglio.
L’iter potrebbe essere:

  • L’utente effettua una ricerca in Internet
  • Viene visualizzato il nostro annuncio AdWords e l’utente trova che le parole dell’annuncio siano coerenti con la sua ricerca
  • L’utente clicca sull’annuncio e viene portato su una pagina web
  • Ora abbiamo portato un potenziale cliente sulla nostra pagina e se la pagina contiene in effetti ciò che lui cercava si fermerà a guardarla altrimenti tornerà al motore di ricerca e noi abbiamo buttato via i soldi del click.
  • Ammesso che resti sulla pagina, il nostro potenziale cliente dovrà essere stimolato a contattarci, compilando un form o facendo un numero di telefono oppure ad effettuare l’acquisto o la prenotazione.

Esempio di un  Tour guidato in Bicicletta

esempio di landing page per campagne google adwords

Guarda la Landing page

Abbiamo progettato una campagna PPC con AdWords per un cliente che deve vendere un tour guidato in bicicletta e deve generare prenotazioni entro una certa data.
Abbiamo individuato il target e abbiamo deciso di puntare sul mercato Tedesco e Inglese.
La nostre campagne AdWords saranno quindi 2 in 2 lingue diverse e su 2 zone geografiche diverse, Germania, Austria e Olanda da una parte e Inghilterra dall’altra.
Il nostro lavoro sarà composto quindi dai seguenti passaggi:

  • Analizziamo e cerchiamo le parole chiave con cui i navigatori cercano quel tipo di vacanza/tour in bicicletta, saranno le parole chiave su cui investiremo i nostri click.
  • Creeremo degli annunci per ogni lingua che contengano le parole chiave della campagna Adwords e che al contempo siano stimolanti per il navigatore
  • Creeremo 2 landing page nelle 2 lingue ottimizzando il contenuto con le parole chiave suddette, faremo in modo di mettere un bel form di contatto, un numero di telefono in bella vista, immagini accattivanti e le informazioni di base.
    Le landing page non devono infatti essere dispersive o troppo piene di testo, devono portare l’utente a fare l’azione senza distrarlo.
  • Lanciate e attivate le campagne resteremo in ascolto con i nostri strumenti di analisi per verificare posizioni dell’annuncio, costo dei click, numero dei click , conversioni per click, quali annunci generano più click e/o conversioni ecc ecc
  • In base all’analisi procederemo a ottimizzare le campagne per ridurre al massimo i click non coerenti, aumentando le conversioni migliorando la qualità delle parole chiave e delle keywords inverse.
  • infine ci godremo le prenotazioni.

Co-Working Login

Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI) - Italy
  • [+39] 02.871.65.381
  • info@gdmtech.it
  • PI 00865500144
  • CF DMEGZN73A10F205M

Philosofy

I nostri clienti sono aziende e professionisti che vogliono sfruttare Internet per trovare nuovi clienti, aumentare i loro contatti, vendere i loro servizi e prodotti. Oltre alle normali attività di Web Design siamo esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca e Digital Marketing. Ci occupiamo di corsi di web marketing in azienda, sviluppo di e-commerce con Opencart e Prestashop e Woocommerce, siti web in Wordpress e Joomla, migrazioni.
Gdmtech - Digital Web Agency Milano
Privacy Policy